PERSONAGGI STORIA

Altigrado Cattaneo di Lendinara: giurista e vescovo

Lendinara, San Biagio dal Teatro Ballarin, ph Facebook Silvia Lucchiari Borin

Altigrado Cattaneo era conosciuto come Altigrado di Lendinara. Dubbia la sua appartenenza alla famiglia Cattaneo ma la sua lapide tombale non lascia molto spazio ad altre ipotesi. Secondo quanto scritto nel libro Lendinara Estense di Rigobello è nato  verso il 1255. Il padre Crosna si chiuse dentro il convento di San Francesco proprio a Lendinara, dopo essere stato coinvolto nell’omicidio di Mastino della Scala. Altigrado non era primogenito, per cui gli spettò la stessa sorte che spettava a chi non lo era. Una strada scritta fin da piccolo: consacrò la propria vita a Dio. Un’altra testimonianza che fa ritenere appartenesse alla famiglia dei Cattaneo è la lettera di Benedetto IX dove si parla di Iacopo, figlio di Manuele Cattanei di Lendinara e nipote proprio di Altigrado.

Giurista e ….

Nel 1289 diventa docente all’Università di Bologna. Insegna diritto canonico. A quell’epoca i giuristi di Bologna era tenuti molto in considerazione, tanto da essere chiamati anche da principi, papi o imperatori per avere consigli o in caso di sentenze. Anche Dino Mugello era, nello stesso anno, allo Studio di Bologna ed è noto che il suo stipendio fosse di 100 lire. Quello di Altigrado invece era di 150, per cui sembra abbastanza chiaro che la sua importanza era considerata maggiore, nonostante Dino sia noto per numerose opere giuridiche. Comunque Altigrado si trasferì nello Studio di Padova nel 1290, per insegnare. Dal 1294 al 1301 è canonico di Ravenna. Lasciò l’insegnamento probabilmente nel 1299, in quanto dopo quest’anno la Curia cominciò a dargli incarichi.

Lendinara Ph Facebook Camilla MaduriLendinara ph Facebook Camilla Maduri

Nel processo contro frate Armanno Pungilupo da Ferrara, accusato di eresia, Altigrado consigliò al tribunale di condannarlo al rogo. Fortunatamente tale sentenza non fu eseguita perchè il frate era morto ma comunque destò molto scalpore e fu una sentenza che intimidì i suoi seguaci. Il Pungilupo non credeva nella transustanziazione in quanto, durante la celebrazione del rito di un sacerdote a San Giuliano questo era completamente ubriaco dopo aver messo troppo vino nel calice e questo non sarebbe dovuto accadere se si fosse realmente trasformato in sangue.

….vescovo cattolico italiano

Nel 1303 fu eletto vescovo di Vicenza, anche se pure questa data sembra non essere certa. Certo è che nel 1306 già lo fosse. Sembra che nelle crociate del 1309 contro la Repubblica di Venezie indette da papa Clemente V, Altigrado fosse a capo delle “truppe” vicentina mandate a Ferrara per aiutare quelle pontificie. Si narra che furono ben 1500 i cavalli che partirono in favore di Clemente e degli Estensi.

Tramonto Su Lendinara Ph Facebook Massimo MorinoTramonto su Lendinara ph Facebook Massimo Morino

Partecipò all’incoronazione di Arrigo VII nel 1311 dove gli prestò fedeltà e sempre in questo stesso anno Altigrado, quando Vicenza si ribellò al dominio padovano, dovette fuggire dalla rivolta in tutta fretta e sotto mentite spoglie. Ovviamente si nascose a Padova. Il 1 ottobre 1314 morì a Padova e fu sepolto nella chiesa di S. Agostino. Sembra non trovare riscontro il fatto che diventò cardinale il 20 Aprile 1314, per altro lo stesso giorno della morte del papa.

 

Fonte Lendinara Estense di Rigobello, https://it.wikipedia.org/wiki/Altigrado_Cattaneo e http://www.treccani.it/enciclopedia/altigrado-cattaneo_(Dizionario-Biografico)/. In copertina Lendinara, San Biagio dal Teatro Ballarin, ph Facebook Silvia Lucchiari Borin

Sibilla Zambon

Autore: Sibilla Zambon

Rodigina, ingegnere informatico, appassionata di viaggi e tecnologia, mamma sprint e cuoca per diletto!

Altigrado Cattaneo di Lendinara: giurista e vescovo ultima modifica: 2019-02-25T07:51:12+02:00 da Sibilla Zambon

Commenti

To Top