I LENDINARESI RACCONTANO LENDINARA

itLendinara

CIBO Ricette tipiche

Il Pandoro tipico dolce di Natale amato anche in Polesine!

Pandoro 3772455 1920

Manca poco all’inizio delle festività e sia pandoro che panettone non mancheranno certo sulle nostre sempre ben imbandite tavole! Tradizione che ha avuto e ha dei nomi prestigiosi soprattutto nel veronese, nostri vicini di casa. Ma come ha origine questo tipico dolce? Beh, era in origine un semplicissimo pane con del lievito, uvetta, zucca e miele. Nel 1200 a Milano già lo preparavano, ma la forma attuale sembra essere stata inventata da Angelo Motta ai primi del Novecento. Il panettone, invece, è più moderno. La leggenda narra che sia comparso durante la Repubblica Veneziana, quando un pasticcere offrì al Doge un dolce ricoperto con sottili fogli d’oro.

Scopriamone di più

Ma a depositarne il brevetto è stato il veronese Melegatti Domenico nel 1894, il 14 Ottobre per la precisione, che ottiene questo certificato dal Ministro di Agricoltura Industria e Commercio del Regno d’Italia per aver inventato nome, forma e ricetta. Una curiosità è proprio da dove deriva il suo nome. Pare che un garzone, dopo averlo assaggiato, abbia esclamato entusiasta: “L’è proprio un pan de oro”. Ad ogni modo Domenico si ispira alla tradizione, rielaborandola ed adattandola alla nuova epoca.

Brevetto Invenzione Pandoro Melegatti
Foto Melegatti [Public domain]

La notte della vigilia si usava infatti impastare un dolce fatto da farina, lievito e latte con all’interno mandorle, uvetta e pinoli. Sulla superficie si usava cosparge le granelle di zucchero. Era noto come levà. Domenico toglie la frutta secca e l’uva passa perchè impediscono una lievitazione omogenea e aggiunge uova, zucchero e burro. Si allunga parecchio il tempo di preparazione dove l’impasto viene rielaborato e maneggiato molte ore e anche la lievitazione dura molto di più. Ma non è tutto, inventa un modo davvero unico per cucinarlo, in modo da evitare la crosta come nel panettone e uno stampo molto particolare che fa nascere la classica forma a stella a otto punte!

Ricetta

Noi oggi vi proponiamo proprio una ricetta di un pane dolce con cui poter festeggiare il Natale. Non sarà come preparare l’originale levà, ma sarà comunque strepitoso fare un dolce assieme ai vostri cari il giorno della vigilia.
INGREDIENTI:
farina tipo 00 00 g;
zucchero 100 g;
20 g burro ammorbidito;
100 g di uva passa;
30 g di mandorle tritate grossolanamente;
30 g pinoli;
3 uova;
1 bustina di lievito di birra;
200 g di latte;
scorza grattugiata di un limone;
1 cucchiaino di sale;
un po’ di rum;
granella di zucchero.

Raisin Bread 1805247 960 720
Foto puramente dimostrativa da pixabay.

PROCEDIMENTO:
Ammollare l’uva passa nel rum e acqua. Preparate il classico vulcano per impastare sul vostro tavolo da lavoro. Al centro incorporatevi zucchero, due uova e lievito. Lentamente addizionate latte e burro, la scorza di limone . Non preoccupatevi se risulterà troppo molle, lavoratelo fino ad ottenere un impasto omogeneo. Ovviamente con la planetaria tutto sarà più facile. Aggiungete l’uvetta ben strizzata, quindi le mandorle e i pinoli.

Fatelo lievitare coperto da un canovaccio inumidito fino a fargli raggiungere un volume doppio a quello iniziale. Mettetelo in una teglia foderata da carta forno e fatelo lievitare ancora un pochino dandogli la classica forma da panetto. Spennellate con l’uovo rimasto e ricoprite con la granella di zucchero. Infornate a forno caldo, 170° per una ottantina di minuti. Fate la prova stuzzicadenti e se notate che prende troppo colore copritelo con della carta stagnola. Servite freddo! Buon divertimento!

Fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Domenico_Melegatti . Fonte ricetta: https://impastandoaquattromani.com/pagnottella-dolce-di-natale/ .
Foto copertina da https://pixabay.com/

Il Pandoro tipico dolce di Natale amato anche in Polesine! ultima modifica: 2019-12-11T10:17:59+01:00 da Sibilla Zambon
To Top