PERSONAGGI STORIA

Miss Uragano: Jessie White Mario, eroina coraggiosa

Jessie White Mario Ph Sito Bagit Comune Bologna

Jessie White Mario ha sempre sognato di diventare medico, piuttosto che giornalista. Eppure i suoi scritti sono stati fonte di ammirazione per molti che si sono davvero sperticati in lodi favolose nei suoi confronti. Ha scritto per riviste e giornali italiani e uno dei suoi più importanti lavori è sicuramente La miseria in Napoli, che parla delle condizioni dell’Italia Meridionale, dove sottolinea il dovere di aiutare, affinché tutti gli italiani possano avere una vita dignitosa… nulla di più attuale, mi viene da dire. Ecco perché, proprio nella settimana della festa della donna, ho deciso di raccontarvi la storia di una figura così importante nella storia dell’Unità d’Italia, che ha regalato molto agli altri. Jessie è morta in povertà a Firenze. Era il 1906. Ovviamente è sepolta nel cimitero di Lendinara, accanto al marito Alberto Mario, uomo di notevole spessore della nostra città.

Vita

A Jessie non mancava decisamente nulla. Cresce in una famiglia ricca, in Inghilterra. Sono armatori, costruttori di velieri che purtroppo conoscono la povertà con l’arrivo del battello a vapore. Studia inizialmente a Londra. Tutti sappiamo che la sua figura si lega a quella di Garibaldi ad un certo punto, ma forse non tutti sanno che si conoscono grazie ad un’amica di famiglia: la vedova Emma Roberts che sembra fosse molto legata proprio a Garibaldi. Un po’ alla volta Jessie si interessa sempre più all’Italia, affascinata dall’emancipazione e non solo. Prosegue i suoi studi a Parigi  e nel 1854 ed è proprio con Emma che si reca a Nizza e poi in Sardegna, ospitate da Garibaldi.

Tomba Di Alberto Mario E Jessie White Mario, Lendinara Ph Fabrizio Pivari Da WikipediaTomba di Alberto Mario e Jessie White Mario, Lendinara ph Fabrizio Pivari da Wikipedia

Quando si reca a visitare Caprera, decide di fermarsi in Italia, partecipando alle lotte e scrivendo come inviata per il Daily News. Resta fino a quando decide di iscriversi alla Facoltà di medicina a Londra e quindi vi fa rientro nel 1855. Purtroppo, essendo donna, viene rigettata la sua domanda. Così incontra Mazzini, che vi si trova in esilio, e inizia a ricercar denaro per la lotta dell’indipendenza italiana. Quando nel 1857 Mazzini torna a Genova e Jessie lo segue. Viene così messa in carcere assieme ad altri patrioti con l’accusa di essere tra gli organizzatori della spedizione di Carlo Pisacane nel Sud Italia. Ed è qui, nelle carceri di Sant’Andrea, che conosce Alberto Mario e nasce il loro amore. Si sposano in Inghilterra dopo soli 5 mesi di conoscenza.

Grande forza

Jessie White Mario Ph Sito Encicloperdia Delle DonneJessie White Mario Ph Sito Encicloperdia Delle Donne

Nel 1859 rientrano dagli Stati Uniti, New York esattamente, dopo aver saputo della guerra di Napoleone III e poter aiutare Garibaldi. E così vengono espulsi nuovamente e trovano rifugio in Svizzera, Lugano precisamente. La spedizione dei Mille è troppo importante e così seguono nuovamente Garibaldi nel 1860. Ed è in questo preciso momento storico che lo spirito di Jessie si fa evidente. Cura moltissimi feriti, si fa notare per il coraggio e per essere sempre positiva, bravissima anche nell’organizzare e assistere. Dalla Sicilia vanno anche a Napoli e, in seguito, riceverà due medaglie d’oro come gratitudine proprio da questa città. Mazzini la soprannomina Miss Uragano. Partecipa alla Terza guerra di Indipendenza. Nel 1870, mentre Alberto si era allontanato da certi ideali, lei va anche in Francia, ancora al fianco di Garibaldi, per partecipare alla guerra franco-prussiana. Ed in questo stesso anno si occupa di tre grandi progetti di ricerca: di come combattere la pellagra, delle condizioni di vita dei poveri napoletani, ma anche della salute e delle condizioni di lavoro dei minatori in Sicilia denunciando anche il lavoro minorile.

 

Fonti https://it.wikipedia.org/wiki/Jessie_White e http://www.enciclopediadelledonne.it/biografie/jessie-white-mario/
Immagine copertina Jessie White Mario ph sito bagit comune bologna.

Sibilla Zambon

Autore: Sibilla Zambon

Rodigina, ingegnere informatico, appassionata di viaggi e tecnologia, mamma sprint e cuoca per diletto!

Miss Uragano: Jessie White Mario, eroina coraggiosa ultima modifica: 2019-03-08T08:48:33+01:00 da Sibilla Zambon

Commenti

To Top