CIBO Ricette tipiche TRADIZIONI

Ricetta tradizionale: il castagnasso di Nonno Bruno!

Castagnaccio - immagine di torta Castagnaccio

Rieccoci qua oggi per parlare di una nuova ricetta! Oggi voglio dedicarmi al Castagnasso, o conosciuto con il nome di baldino o pattona. Questa ricetta è stata fortemente richiesta da Nonno Bruno, che è solito farla spesso per tutti i suoi familiari! Il castagnaccio è una ricetta molto particolare, ma facile da preparare ed è conosciuta e reinterpretata diversamente in altre regione d’Italia (anche a Rovigo, dove viene chiamata mistocca). IL castagnaccio nasce inizialmente, come la maggior parte delle ricette tradizionali, come pietanza per i poveri contadini ottenuta appunto dalla castagna, molto diffusa nelle campagne.

Storia

È certo che questo dolce affondi le sue origini in un passato davvero remoto: basti pensare che già nel ‘500 è molto conosciuto e apprezzato tanto che un padre agostiniano lo cita in un suo scritto. In ogni caso, sembra che l’ideatore del castagnaccio è il toscano Pilade da Lucca che viene citato nel “Commentario delle più notabili et mostruose cose d’Italia et altri luoghi”, scritto da Ortensio Orlando e pubblicato a Venezia nel 1553. ItLendinara vuole recuperare la tradizione culinaria tipica polesana che molto probabilmente è giunta anche nella cittadina di Lendinara. È per questa ragione che voglio parlarvi di come cucina il castagnasso Nonno Bruno, nativo di Castelguglielmo ma abitante di Lendinara da molti anni…. Andiamo a leggere assieme gli ingredienti ed il procedimento!

castagnasso

El castagnasso – Foto da https://www.agrodolce.it

Ingredienti

(nella versione di Nonno Bruno)

  • 750 ml latte  (la ricetta originale usa l’acqua)
  •  500 gr castagne farina
  • 100 gr noci
  • 100 gr pinoli
  •  80 gr uvetta
  • Sale fine Q.B.
  • Olio di oliva extravergine Q.B.

Procedimento

Castagnaccio

Castagnaccio – Foto da http://myelection.info/guide/c/castagnaccio-ricetta-veneto-casino.html

Per preparare il castagnaccio alla veneta, preriscaldate il vostro forno a 200 gradi mezz’ora prima di infornare il vostro castagnaccio. Dopodiché, concentratevi sull’uvetta e mettetela a mollo in acqua tiepida, fino a farla rinvenire. Successivamente, iniziate a setacciare la farina in una ciotola capiente… Mi raccomando ai grumi! Ora, aggiungete un generoso pizzico di sale, versate il latte nella vostra farina di castagne, mescolate il tutto fino ad ottenere una pastella morbida ed amalgamata bene. Ora, strizzate ed asciugate bene l’uvetta ed aggiungetela all’impasto. Di seguito, aggiungete anche i pinoli e le noci tritate grossolanamente.

Fondamentale: tenete da parte un po’ di tutti questi ultimi ingredienti elencati che poi vi servono per cospargere la superficie del castagnasso prima di infornarlo.
A questo punto, ponete in una teglia bassa, l’olio. Spennellatela bene e versateci l’impasto. Come vi anticipavo prima, cospargete il castagnaccio con gli ingredienti messi da parte. La ricetta originaria vorrebbe ora che aggiungeste degli spicchi di aglio ma la ricetta di Nonno Bruno lo utilizza, quindi versateci sopra due cucchiai di olio. Infornate il vostro castagnasso per circa 30 minuti a 200 gradi fino a quando si forma una bella crosticina e la frutta secca abbia preso un bel colore dorato. Buon appetito!

Fonte: https://dalvenetoalmondoblog.blogspot.com/2016/11/le-ricette-castagnaccio-alla-veneta-el.html. In copertina Castagnasso – Foto da https://www.buonissimo.org

Anna Bellini

Autore: Anna Bellini

Ciao, sono Anna ed ho 22 anni!
Sono lendinarese e amo scrivere!

Ricetta tradizionale: il castagnasso di Nonno Bruno! ultima modifica: 2019-01-29T09:54:05+01:00 da Anna Bellini

Commenti

To Top