CIBO Ricette tipiche

Seppie in umido con piselli e polenta: magica tradizione

Seppie In Umido Con Piselli Ph Facebook Mattorosso

I legumi estremamente utilizzati in Polesine sono senza ombra di dubbio i piselli. Il loro trionfo è dato dal gusto delicato e dolce che conferiscono ai piatti. Appartengono alla stessa famiglia dei lupini, delle fave, delle lenticchie e dei fagioli ovvero quella delle Fabaceae o Leguminose. Molte le varietà che si distinguono in base alla buccia che va da liscia a rugosa in base al loro contenuto di carboidrati. Lisci hanno molto amido, grinzosi invece sono ricchi di zuccheri solubili e amido. Di alcuni tipi si mangia tutto, compreso il baccello. Come, ad esempio, si fa con le taccole.

Lo sapevate che…

I piselli freschi si trovano da Maggio a Giugno e sono fonte inesauribile di acido folico. Quindi, se avete in programma di affrontare una gravidanza o siete già in dolce attesa, il nostro consiglio è quello di abbuffarvi in quanto questa vitamina è fondamentale proprio nello sviluppo corretto di un feto. Non mancano nemmeno vitamina C e sali minerali come ferro e potassio. Presenti già nel lontano Neolitico, arrivano con molta probabilità dall’India. Almeno è da lì che si presume affondino le loro origini. Sono ricchi di proteine, i carboidrati sono molto alti in quelli secchi e la presenza di amido lo rende molto più digeribile rispetto agli altri legumi. Con loro nasce la magia degli arancini siciliani, ovvero carne e riso impanati all’esterno. Ottimi per la glicemia e combattano pure il colesterolo.

Seppie In Umido Con Piselli Ph Facebook Maria Rita Bruno Su Gruppo Sei Di Rimini SeSeppie in umido con piselli ph Facebook Maria Rita Bruno su gruppo sei di rimini se

La ricetta che vi proponiamo solitamente viene accompagnata da un cibo estremamente tipico: la polenta.
Prepararla può sembrare facile, ma non è così. Gli ingredienti sono davvero pochi: acqua 1 litro, farina di mais 300 g e sale. Fate bollire l’acqua in un paiolo di rame se amate la tradizione, altrimenti in una pentola dai bordi alti preferibilmente d’acciaio. A questo punto addizionate il sale e procedete facendo cadere a pioggia la farina mentre procederete a mescolare velocemente con la frusta in modo da evitare la formazione di eventuali grumi. Lasciate andare a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto per evitare si attacchi sul fondo. Si parla di circa 40 minuti. Ora scatta l’operazione “far su la polenta” ovvero la fase in cui, dopo aver rallegrato il fuoco, si mescola velocemente per 3/4 minuti. Togliete dal fuoco e versate la polenta sul classico tagliere di legno, detto panaro, o dentro un contenitorese invece preferite dare una forma e uno spessore, lasciandola raffreddare.

Seppie in umido con i piselli

INGREDIENTI:
1,2 kg seppie;
500 g di piselli;
pelati 800 g;
vino bianco;
cipolla;
olio extra vergine d’oliva;
sale e pepe.

Seppie In Umido Con Piselli Ph Facebook Ricette Veloci Di TaniaSeppie in umido con piselli ph Facebook Ricette veloci di Tania

PREPARAZIONE:
Dopo aver pulito le seppie, procedete a farle a pezzi grossi circa 1 cm. Fate imbiondire la cipolla tritata in pochissimo olio. Quindi aggiungete le seppie a fiamma viva e sfumate con il vino bianco. Dopo averlo fatto evaporare, unite i piselli e i pelati. Mescolate per amalgamare bene il tutto, abbassate la fiamma. Salate e pepate secondo il proprio gusto. A cottura ultimata, un giro d’olio a crudo per rendere il tutto ancor più saporito. Fondamentale accompagnare il tutto con la polenta. Personalmente preferisco quella soda e magari bruciacchiata su ambo i lati grazie ad una veloce passata alla griglia rispetto a quella morbida. Impiattate e servite magari assieme ad un ottimo calice di vino bianco, come il Sauvignon!
Bon appétit!

 

Fonte ricetta dal libro Cucina Polesana. Foto copertina seppie in umido con piselli ph Facebook Mattorosso.

Sibilla Zambon

Autore: Sibilla Zambon

Rodigina, ingegnere informatico, appassionata di viaggi e tecnologia, mamma sprint e cuoca per diletto!

Seppie in umido con piselli e polenta: magica tradizione ultima modifica: 2019-06-21T10:13:56+01:00 da Sibilla Zambon

Commenti

To Top