Il 2 giugno Lendinara celebra la Festa della Repubblica - itLendinara

itLendinara

CULTURA MEMORIA

Il 2 giugno Lendinara celebra la Festa della Repubblica

Festa Repubblica Lendinara

Il 2 giugno la città di Lendinara onorerà la Festa della Repubblica e della Lendinara Risorgimentale. Il cerimoniale sarà condotto in modo sicuro e attento a tutte le disposizioni ed al distanziamento ancora previsti.

2 giugno
La locandina della Festa della Repubblica con il programma del 2 giugno a Lendinara (RO)

Appuntamento alle ore 9.15 nell’area antistante il cimitero comunale.

Il 2 giugno un doveroso omaggio alle tombe di Alberto Mario e Jessie White

Alle ore 9.30 si celebrerà un omaggio alle tombe del grande patriota polesano Alberto Mario, e della moglie Jessie White; sono situate all’interno del cimitero comunale di Lendinara.

Tomba White Mario Wikipedia
Tombe di Alberto Mario e Jessie White a Lendinara (RO), cimitero comunale

Alberto Mario, patriota del Risorgimento

Alberto Mario è nativo di Lendinara, dell’anno 1825; egli è un esempio di integrità morale; inoltre, con le sue opere si guadagna un posto importante nel panorama risorgimentale. Ritorna al paese natìo nel 1869, dopo aver preso parte alla lunga serie di lotte e battaglie che portano all’unità e all’indipendenza dell’Italia. Viene quindi eletto consigliere municipale, e partecipa con estremo impegno ai lavori del Consiglio; tra l’altro, si impegna per l’estensione dell’istruzione pubblica, e per la sua laicità. Infine, dal 1873 fa parte del Consiglio provinciale di Rovigo. In quegli anni prende molto a cuore le sorti del Polesine; e affronta infatti, tra l’altro, il problema della sicurezza idraulica e di altre importanti criticità del territorio.

il 2 giugno e Monumento Albert Mario Lendinara1
Monumento ad Alberto Mario; opera di Ettore Ferrari, nell’omonima piazza di Lendinara – Foto: Giuseppe Padoan

L’epitaffio di Giosuè Carducci

È interessante sottolineare che sulla sua tomba, la vedova Jessie White vuole che sia riportato un particolare brano dell’orazione funebre tenuta da Giosué Carducci di fronte alla salma; ne riportiamo qui di seguito, un breve stralcio molto significativo:

Da Giuseppe Mazzini
la tenace unità dei propositi
Da Carlo Cattaneo
la feconda varietà degli svolgimenti
Da Giuseppe Garibaldi
l’ardenza pratica dell’azione
Dalla storia d’Italia
la tradizione del governo a popolo
Da se stesso ebbe
la serena intelligenza della vita
dedicata a un ideale superiore
nella dignità del dovere e del sacrificio

Jessie White, grande documentarista del Risorgimento

Jessie Jane Meriton White Mario nasce da una famiglia inglese di ricchi armatori. I suoi contatti con gli ambienti colti e democratici di Londra e il fascino esercitato su di lei dal pensiero liberale, emancipazionista e razionalista di John Stuart Mill, la inducono a interessarsi sempre più al Bel Paese. Per cui, nel 1854, anche fortemente attratta dalla personalità di Garibaldi, decide di restare in Italia e di dedicarsi alle lotte per l’indipendenza, di cui scrive come inviata del Daily News. Durante la sua permanenza stringe amicizia con alcuni patrioti, tra i quali Carlo Pisacane e Agostino Bertani.

Jessie White e il 2 giugno
Jessie White – Foto: Wikipedia

Nel 1857 si trova coinvolta nel moto mazziniano di Genova; arrestata e imprigionata con altri patrioti nel carcere di Sant’Andrea, conosce Alberto Mario, fervente mazziniano, patriota e scrittore, e con il quale si sposa in Inghilterra. Instancabile giornalista anglo-italiana, è tra le più importanti documentariste del Risorgimento e assertrice della causa italiana. Oltre ciò, dopo l’unificazione italiana, si occupa dei problemi sociali del Paese. Ma continua nel contempo l’attività giornalistica; scrive infatti assiduamente per giornali italiani, inglesi e statunitensi. Dalla sua penna nascono inoltre le biografie di Garibaldi, Mazzini, Bertani, Cattaneo, Nicotera

Il 2 giugno, visita al Museo del Risorgimento in Polesine

Il cronoprogramma del 2 giugno prevede anche la visita al Museo del Risorgimento, presso Palazzo Boldrin.

il 2 giugno
Cittadella della Cultura di Lendinara (RO)
Palazzo Boldrin W
Palazzo Boldrin, sede della Cittadella della Cultura di Lendinara (RO)

La Cittadella della Cultura accoglie la Biblioteca Comunale, con le sue prestigiose raccolte librarie ed archivistiche; e, al contempo, ospita il Museo del Risorgimento; attraverso tale istituzione, riprende e documenta l’impegno civile e politico del territorio polesano; e soprattutto, delle due prestigiose figure del Risorgimento nazionale: Alberto Mario e Jessie White.

Fonti editoriali: enciclopediadelledonne.it

Il 2 giugno Lendinara celebra la Festa della Repubblica ultima modifica: 2021-05-27T08:46:20+02:00 da Elisa Padoan

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x