EDIFICI STORICI PERSONAGGI STORIA

Lo stretto rapporto di Lendinara con Garibaldi, ospitato proprio a Ca’ Dolfin

Lendinara e Garibaldi, Graibaldi a Lendinara, Giuseppe Garibaldi ph Provincia di Macerata
17932

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

Il 25 Febbraio 1867, Garibaldi arrivò a Lendinara. Nella città di Alberto Mario, proprio per incontrarlo assieme alla moglie Jessie White con cui ha condiviso ideali e battaglie. Giunge la sera e soggiorna a Cà Dolfin, allora residenza del sindaco del tempo Domenico Marchiori, nell’odierna via Garibaldi. E dal balcone di questa splendida Villa, salutò anche i cittadini. Finita la terza guerra d’Indipendenza, quindi poco prima di far visita nella nostra città, proprio per questa stretta collaborazione e un rapporto con Lendinara molto intenso, gli venne addirittura conferita la cittadinanza onoraria! In seguito ricevette pure il titolo di Presidente Onorario della Società operaia di mutuo soccorso. Pensate che Alberto Mario indossò la divisa tipica di chi combatteva al suo fianco per l’unità della nazione: la camicia rossa! Con lui parteciparono a queste importanti imprese anche altri Lendinaresi.

Garibaldi e i Lendinaresi

Dante MarchioriGaribaldi a Lendinara, Dante Marchiori phhttp://www.villamarchiorideicappuccini.it/
Dante Marchiori phhttp://www.villamarchiorideicappuccini.it/

Il casato dei Marchiori di Terlago, originario della provincia di Trento, per esempio. La storia di questa famiglia è fondamentale nel periodo Risorgimentale. Tutti i maschi di casa strinsero una forte amicizia con l’eroe dei due mondi, basato sulla stima e sugli ideali condivisi, tanto da combattere al suo fianco.

Ellen Daly, moglie di Dante Marchiori che prese il titolo di Marchese durante il Regno d’Italia rinnovando quello di Barone del Sacro Romano Impero, era imparentata proprio con la scrittrice inglese moglie di Alberto Mario. Va ricordato che Jessie scrisse le più importanti biografie dei personaggi più illustri del tempo. La sorella di Ellen, Mary Ann, era una famosa scrittrice e giornalista inglese. Molti personaggi del mondo della cultura furono ospitati nella Villa Marchiori dei Cappuccini, come ad esempio Giosuè Carducci, Gabriele D’Annunzio, Pirandello.

Cà Dolfin – Marchiori

Ca DolGaribaldi a Lendinara, Ca' Dolfin ph juzaphoto
Garibaldi a Lendinara, Ca’ Dolfin ph juzaphoto

Questa spettacolare Villa, costruita nel Cinquecento, fu, appunto, dimora dei Dolfin. Il fronte si rivolge alla strada, mentre proprio sul retro si sviluppa un parco di notevole bellezza e carattere. Stupendo a dir poco! Fu ideato da Giuseppe Jappelli nell’Ottocento, che gli conferì un tocco decisamente romantico. Un susseguirsi di percorsi fatti da cunicoli, sentieri e grotte con la possibilità di sostare in modo da gustarsi momenti indimenticabili, come quello studiato con il laghetto dell’isola della poesia. Di carattere decisamente veneziano, che in quel periodo dominavano a Lendinara dopo un susseguirsi tra Repubblica Veneziana ed Estensi per il dominio, finalmente nel 1482 proprio la prima prese il controllo definitivo.

Così presero a costruire anche case signorili di estrema bellezza. Nel 1473 i Dolfin acquistarono casa da Bernardo Sambonifacio, considerata quella più bella di tutta Lendinara. Almorò Dolfin nel XVI secolo la fece modificare. Non sappiamo con certezza a chi si occupò dei lavori, anche se in molti sostengono a Vincenzo Scamozzi.

Si sviluppa su due piani, con un salone dal soffitto ligneo, che si sviluppa trasversalmente all’edificio attraversandolo da una parte all’altra. Al piano nobile, ossia quello superiore, un balcone con triplice apertura ad arco. Nell’Ottocento proprio la famiglia Marchiori iniziò una ristrutturazione che coinvolse sia l’interno che l’esterno. Vincenzo Gattozzo, pittore di Padova, affrescò il salone al piano nobile, riproducendo momenti della Divina Commedia di Dante.

 

Fonte http://www.ilparcopiubello.it/index.php/park/dettaglio/602 e http://www.villamarchiorideicappuccini.it/storia/. In foto copertina Giuseppe Garibaldi ph Provincia di Macerata.

Sibilla Zambon

Autore: Sibilla Zambon

Rodigina, ingegnere informatico, appassionata di viaggi e tecnologia, mamma sprint e cuoca per diletto!

Lo stretto rapporto di Lendinara con Garibaldi, ospitato proprio a Ca’ Dolfin ultima modifica: 2019-01-03T10:20:00+02:00 da Sibilla Zambon

Commenti

To Top