LO SAPEVI CHE PERSONAGGI STORIE TRADIZIONI

La storia della Cantina di Nello Bellini e del Muro della Morte di Mara Bailo!

Nello Bellini e la sua famiglia

Verso gli anni Cinquanta, Nello Bellini, originario di Melara e medaglia di bronzo al valore militare, arriva a Lendinara per dare inizio all’attività di vinificatore e di bottaio. Impara questo nuovo mestiere in Puglia dove si trova per curarsi dal congelamento agli arti inferiori patito da militare alpino, al termine della seconda guerra mondiale.

Si innamora dell’atmosfera lendinarese e negli anni decide di prendere in conduzione un grande capannone in Piazza Duomo sotto la Chiesa di Santa Sofia. La sua attività si stabilisce definitivamente e ben presto diventa un punto di riferimento per tutti gli agricoltori della zona e per i buongustai del vino.
Nonno Nello si contraddistingue in città perché il suo vino è prodotto solo ed esclusivamente da uva prestigiosa. La sua fama con il tempo inizia ad espandersi non limitandosi più ai confini polesani, ma allargandosi anche in tutta la provincia ferrarese.

Le ombrette di Nello

Ernestino BotteFiera di Lendinara 9 Settembre 1956  – scattata dalla mamma Mara Bailo 

Grande appuntamento, ogni anno a Lendinara, lo riserva la fiera di settembre. Con giostre di ogni tipo per la felicità dei bambini, con bancherelle, eventi unici e preziose opportunità per gli amanti del vino di poter vedere con i propri occhi, “el cantinon de Nello Bellini”. Infatti, il “cantinon” diventa un vero e proprio luogo di culto per gli operatori del settore, per i clienti e per l’acquisto delle botti per la conservazione del vino. Nello riesce a soddisfare ogni persona con le sue “bone ombrette”.

Ad ogni modo, la celeberrima rassegna paesana è galeotta per Nello. Proprio in quest’occasione conosce sua moglie, Mara Bailo. Artista romagnola, nata e cresciuta a Riccione, da una famiglia circense e futura artista del Muro della Morte. Nello ne rimane incantato quindi sceglie di sposarla. In seguito, Nonna Mara dà alla luce tre figli maschi: Ernesto (meglio conosciuto come Ernestin), Paolo ed Alberto.

IL MURO DELLA MORTE

muro della morte

Una foto d’epoca del muro della morte a Mandello per la festa dei 95 anni della Moto Guzzi – Foto da https://www.laprovinciadilecco.it/

La fiera di Lendinara non riempie di gioia solo gli amanti del vino ma anche gli appassionati delle due ruote.
Infatti, Nonna Mara porta in paese un nuovo spettacolo: il “Muro della Morte” di cui ne era la protagonista. Si tratta di una grande botte in legno, di 10 metri e tre, dove all’interno sono presenti artisti circensi che ruotano sulle pareti con delle mote a velocità elevatissima. All’esterno “dell’anfiteatro di legno”, c’è il pubblico che osserva ed applaude tutte le esibizioni mozzafiato. Il nome di questa giostra stravagante deriva proprio dal fatto che molti “stuntman” sono costantemente in pericolo di vita. Inoltre, la struttura originale risale addirittura agli anni Venti ma in Italia la si ricorda solo negli anni ’70 con famiglie circensi che spesso portavano queste attrazioni nei vari luna-park e fiere.

Russian Devils Wall Of DeathArtisti del Russian Devils Wall Of Death – Foto da http://www.murodellamorte.it/

Dopo gli anni Settanta, c’è un crollo di richieste per questa tipologia di show che oramai è messo in scena solo da pochi artisti dell’Est Europa. Nel 1996, all’età di 72 anni, un infarto stronca prematuramente l’emblema della vinificazione lendinarese, lasciando un vuoto nei cuori delle persone che amavano il buon vino e Nello Bellini. Invece, nel 2006 muore Mara Bailo, vittima di un male incurabile.
Ancora oggi, moltissimi cittadini dell’Atene del Polesine ricordano Nello e Mara per la loro professionalità e passione per la loro arte. Oggi, il “cantinon” è diventato un bellissimo residence ed  il “Muro della Morte” è ritornato di moda con i Russian Devils Wall of Death. 

Foto copertina Anna Bellini. Partendo sempre da sinistra: compleanno di Alberto 1966 – Piazza Duomo, Lendinara –
Mara (30 anni), Nello (42 anni), Ernestin (11 anni), Paolo (10 anni), Alberto (3 anni) – scattata da un dipendente di Nello, Enzo Bacchiega (deceduto).

 

Anna Bellini

Autore: Anna Bellini

Ciao, sono Anna ed ho 22 anni!
Sono lendinarese e amo scrivere!

La storia della Cantina di Nello Bellini e del Muro della Morte di Mara Bailo! ultima modifica: 2018-12-06T08:53:53+00:00 da Anna Bellini

Commenti

To Top