CONSIGLI UTILI STORIA

Museo del Risorgimento Polesano di Lendinara

Palazzo Boldrin Museo Del Risorgimento Ph Facebook Silvia Lucchiari Borin

Il Museo del Risorgimento della nostra città si trova alla Cittadella della Cultura. Sapete quindi dove? A Palazzo Boldrin che dal 2016 ha ottenuto tale titolo. Esattamente all’interno delle sale del sottotetto. Ma cosa possiamo ammirare in questo fantastico museo? Cimeli e documenti di notevole importanza di un’epoca, quella Risorgimentale appunto, in cui sono stati davvero forti e partecipi due personaggi molto noti e che stanno davvero a cuore a Lendinara. Stiamo parlando del lendinarese Alberto Mario e sua moglie, la grandissima Jessie White. Una coppia particolare e importante per il periodo in questione e rivivere il loro percorso grazie al museo non è sicuramente una cosa di tutti i giorni. Anzi. Possiamo dire che si tratta di una possibilità pazzesca.

Non solo due protagonisti

La panoramica offerta all’interno delle sale adibite a questo museo non sono mirate semplicemente a raccontare la storia di questi due grandi personaggi e a tutto quello che ruota attorno a loro. Tra i vari argomenti anche la possibilità di ammirare l’Archivio fotografico della famiglia Marchiori, con l’esposizione dei negativi su vetro, strumenti fotografici del tempo e antiche stampe. Si può quindi scoprire un Ottocento a 360º, ovviamente che riguarda Lendinara. Un viaggio che si conclude con documenti riguardanti Adolfo Rossi. Giornalista e non solo nato a Valdentro in provincia di Lendinara, anche se al tempo il suo paese faceva parte di Fratta Polesine. Diplomatico del Ministro degli Esteri che denunciò molte piaghe sociali dell’Italia ma non solo. I suoi reportage come giornalista da prima linea e le sue inchieste diventarono modelli.

Palazzo Boldrin Museo Del Risorgimento Ph Facebook Rovigo Convention & Visitors BureauPalazzo Boldrin museo del Risorgimento ph Facebook Rovigo Convention & Visitors Bureau

Ma non troviamo solo questo all’interno di Palazzo Boldrin. Una biblioteca in cui si conservano pergamene medioevali, libri d’arte del Settecento e molto altro ancora. Pensate che c’è addirittura una sala d’archivio dedicata al critico d’arte Giuseppe Marchiori e agli artisti più prestigiosi di quell’epoca , quindi del Novecento, che entrarono in contatto con lui. Sia d’Italia che d’Europa. Ma eccovi alcune tematiche di visita:
– Il Risorgimento e i suoi protagonisti da Garibaldi a Mazzini, tra parole e cinema
– Il Polesine tra 800 e 900: drammi sociali ed emigrazione testimoniati da Adolfo Rossi e Giacomo Matteotti
– Le donne del Risorgimento
– Il giornalismo d’inchiesta
L’ingresso è gratuito.

Cittadella della Cultura

Palazzo Boldrin Museo Del Risorgimento Ph Da Facebook Di Negri GuidoPalazzo Boldrin museo del Risorgimento ph da Facebook di Negri Guido

Palazzo Boldrin è stato costruito da Vincenzo Malmignati, figura di spicco e conosciuta, nel XVI secolo. E’ un palazzo storico della nostra città che si trova in via Conti. Di fronte ad esso, la chiesa di San Biagio. Si trova, perciò, sulla sinitra dell’Adigetto.  Passò attraverso vari proprietari con cognomi noti della nostra storia: Malmignati, Conti ed infine Boldrin. Facile capire da dove deriva, quindi, il suo nome. E’ archivio storico ma anche sede della Biblioteca Comunale dal 1940. E’ stato don Gaetano Baccari, donando ben 7000 volumi, a fare in modo che si formasse. Con l’arrivo dell’archivio storico nel 1900 è divenuto una fonte inesauribile della nostra storia.

 

Fonte sitohttp://provincia.rovigo.it e https://www.istituzioneboldrin.it. In copertina Palazzo Boldrin e monumento a Lorenzo Canozio ph Facebook Silvia Lucchiari Borin

Sibilla Zambon

Autore: Sibilla Zambon

Rodigina, ingegnere informatico, appassionata di viaggi e tecnologia, mamma sprint e cuoca per diletto!

Museo del Risorgimento Polesano di Lendinara ultima modifica: 2019-08-14T10:30:57+02:00 da Sibilla Zambon

Commenti

To Top